sabato 11 ottobre 2008

UJI CHASOBA (Cosa sono mai una voce, qualche parola e un grappolo di note...)


AGGIORNAMENTO (20 ottobre 2008) : con questa ricetta vorrei partecipare alla raccolta di Laura, perché ne apprezzo lo spirito e condivido le sue parole... "Adoro le ricette etniche e mi piace sperimentare nuovi gusti e scoprire nuove spezie, mi piace sentire nella mia cucina i profumi del mondo, mi sembra quasi di viaggiare!"

Solo una bella canzone del 1957 (musica di Dimitri Tiomkin e testo di Ned Washington). Qualcuno potrebbe preferire la versione del Duca Bianco oppure quella di quel simpatico decespugliatore che è oramai Geroge Michael (non l'ho trovata, peccato!)... o ancora quella di Barbra Streisand. Questa canzone è talmente bella che potrebbe cantarla anche paperino con la bocca piena

Wild is the wind

Love me love me love me
Say you do
Let me fly away
With you
For my love is like
The wind
And wild is the wind

Give me more
Than one caress

Satisfy this
Hungriness
Let the wind
Blow through your heart
For wild is the wind

You...
Touch me...
I hear the sound

Of mandolins
You...
Kiss me...
With your kiss
My life begins
Youre spring to me

All things
To me

Dont you know youre
Life itself

Like a leaf clings
To a tree
Oh my darling,
Cling to me
For were creatures
Of the wind
And wild is the wind
So wild is the wind

Wild is the wind

Wild is the wind

... ma Nina Simone la rende struggente!

UJI CHASOBA (soba al tè verde)
40 grammi di soba (cotta come da istruzioni, cinque minuti, aggiungendo acqua fredda a metà cottura)
due funghi shitake affettati (ammollati in acqua calda per un'ora)
qualche centimetro di alga dulse (ammollata per cinque minuti)
mezza carota a rondelle sottili
alcune foglie di cavolo cinese a triangoli
uno scalogno affettato
una piccola zucchina tagliata a metà e poi affettata
erbe aromatiche secche miste (un cucchiaino)
olio di sesamo spremuto a freddo
semi di sesamo decorticati
mezzo cucchiaino di miso (o salsa di soia o sale o brodo granulare)
PROCEDIMENTO: mentre la pasta cuoce, far saltare le verdure con l'olio e le erbe aromatiche; sciogliere il miso in poca acqua di cottura della pasta, versare sulle verdure, spegnere e mescolare. Scolata la pasta, aggiungere le verdure e il sesamo.


E a voi...
...quale canzone vi fa sentire
patocchi
(languidi, molli NDR)?!

19 commenti:

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Che bella canzone... io ti direi quale mi fa sentire i patocchi se solo sapessi cosa siano... :p
Buona la ricetta!

ღ Sara ღ ha detto...

a me la pasta attira un saccoooo!! buona domenica!!

Carmine Volpe ha detto...

mi fa sentire parecchio patocchio eh si certe canzoni sono magnifiche indipendentemente da chi le canta

Lo ha detto...

urca questa canzone ...è estremamente struggente....strappa e ti si infila nel cuore...sapere qual'è la mia musica patocca?ci devo pensare...
per la soba...ho cercato su google e ho visto che osno spaghetti di grano saraceno...ma mi chedo la pasta è data da acqua e farina di saraceno? e poi non so nulla della cottura...un bacio

dario ha detto...

la canzone è stupenda (io preferisco la versione della Streisand)
interessante la ricetta..... complimenti....
i patocchi? sono molte quelle che me li fanno venire..in questo momento mi viene in mente "Since I've Been Loving" dei Led Zeppelin
buona domenica!

Claud ha detto...

@camalyca: dicesi patocco colui o colei che illanguidisce, si sdilinquisce e/o si strugge (hai presente l'effetto che ti fa l'orso?! Quello lì!). Ora non ti rimane che dirmi quale canzone ti rende PATOCCA!
(NB: Patocco è anche un comune in provincia di UDINE, ecco, non intendevo se c'è una canzone che ti fa sentire friulana...)

@sara: ciao Sara! Saranno bellini 'sti tagliolini verdi?

@carmine: hai ragione, il bello poi è che andiamo a leggere il testo ci piglia un "tutto qui?!). Questa canzone sarà nella colonna sonora di Revolutionary road, film in uscita a gennaio...

@Lo: sì la soba è fatta di acqua e farina di grano saraceno (ma talvolta nn solo di grano saraceno, ma grano tenero pure)e si cuoce molto velocemente... quando la metti nell'acqua scivola come se fosse una bagnante alle terme, io non la mescolo nemmeno, perché danza nell'acqua tutto il tempo (poco, in cinque minuti è cotta). La si mangia pure fredda ed è più scivolosa della pasta tradizionale... infatti scivola in bocca che è un piacere!

@dario: hai visto il video con anna magnani?!
Ho cercato e ascoltato quella degli Zeppelin: hai ragione è bellissima! Confesso che non conosco quasi nulla (nulla!) dei Led Zeppelin... quindi ti ringrazio!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Ciao claud! Ascoltando la tua proposta musicale mi sono sciolta! Mi riprendo assaggiando la soba, buona serata

astrofiammante ha detto...

ti lascio la canzone da patocchi a questo indirizzo
http://it.youtube.com/watch?v=TGqiLBusMV8&feature=related

....ma ti sei fatta un giro a China town? dove le trovo tutte quelle cosine strane.....non le conosco:-((

Saretta ha detto...

Ah sta pasta devo provarla... e per la canzone?Beh mi basta ascoltare "A te " di jovanotti e divento un budino!!!
Buona giornata
saretta :)

unika ha detto...

chiunque la canti...è sempre splendida:-)
Annamaria

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Ciao Claud! Ti posso invitare alla mia raccolta dei menù per l'afternoon tea?
A presto

Mirtilla ha detto...

bellissima musica....ed intrigante anche il piatto che hai postato!!

brii ha detto...

claud!!
mi hai fatto venire un colpo..
adoro nina simone...
ascolta
don't explain
a me fa venire brividi, lacrime e magone...mi strugge!!
quini mi impatocco alla grande!!
soba o non soba...cerchiamo la soba!
buonissimo martedì!!
bacioniii

Mariluna ha detto...

Struggente forse troppo... mi piacerebbe ascoltare quella di G.Michael non c'é dubbio é molto bella.
I tagliolini al te verde sono una vera novità per me...li cerchero'.

unika ha detto...

Ciao...volevo segnalarti una nuova iniziativa di laura di dolci e salati...un aggregatore di blog di cucina...un blog dove puoi inserire il tuo blog e comunque prendere e dare consigli...ti lascio il link
http://blogdicucina.blogspot.com/
spero che lo vai a visitare e di conseguenza lo troverai tanto interessante da iscriverti:-) un bacio
Annamaria

Mikamarlez ha detto...

mentre sto pensando alla canzone che mi fa sentire 'sti fantomatici patocchi..ti rimando da me per un premiuccio pieno di bacini....Lety

Mirtilla ha detto...

carissima ho una grandissima newssssss!!
e'appena cominciata la mia grande avventura e collaborazione con un nuovo blog-aggregatore,
sul mio blog trovi un post dedicato!!

Claud ha detto...

@twostella: ciao! (sai che ho trovato la soba anche violetta... contiene prugne umeboshi...)
Per il tè delle cinque... sto elaborando... devo ammettere di sentirmi un vaso di coccio fra i vasi di ferro... io come Mengacci sono solo una donna che cucina, mica una cuoca!

@astrofiammante: che bella versione... (no, non sono stata a chinatown, magaaaaari, piuttosto ho fatto un ordine online!)

@saretta: sì, Lorenzo commuove pure i sassi...

@unika: ci sono stata... c'è pure mirtilla!! e geillis!! La trovo davvero una bella idea!

@mirtilla: sìsì, bella canzone, in ogni versione! Ancora complimenti per il blog aggregatore!


@brii: la ascolto proprio ora che scrivo (che roba fantastica è internet! Non trovi solo quello che non cerchi!!). Soba o non soba: ma vanno bene anche i tagliolini!!

@mariluna: beh, il più è trovarla la versione di george... sai che da adolescente sognavo di sposarlo?! Ha ancora una gran bella voce... quando canta!

@mika: ciao Let.! Ti stanno schiavizzando per bene i nuovi coinquilini?!

i dolci di laura ha detto...

grazie per la ricettina! in bocca al lupo!
ciao
laura