sabato 12 luglio 2008

L'ossessione... quando tutto il resto fila liscio e il farlocco sale in cattedra.

Proteine (oggi).
I vegetariani e i pari loro rischiano quotidianamente di assumere una quantità insufficiente di proteine. O se vanno bene come quantità sono povere dal punto di vista nutrizionale.
Mi sento ripetere questa solfa una volta di troppo ogni giorno.
In linea di massima non ho nulla contro la ripetizione: coadiuva l'apprendimento di una nozione, fissa un movimento mentre impari un passo di danza, insomma repetita iuvant! Non provo fastidio verso chi la pensa diversamente da me: ho l'ingenua convinzione che le differenze arricchiscono, guarda un po'!
Però, uffa, in cattedra c'è quotidiano sovraffollamento, mentre io esigo di rimanere al mio banco e imparare (eventualmente sbagliare, reato depenalizzato nella sempre magnanima Italia).


Prendo in prestito E lasciatemi divertire da Palazzeschi (L'incendiario, 1910)... immaginate che all'Io poetico venga sovrapposto il libero arbitrio proteico (costrutto che ancora non si è laureato tropo letterario) e rimanga invece immutato lo scetticismo del pubblico:

Tri, tri tri
Fru fru fru,
uhi uhi uhi,
ihu ihu, ihu.

Il poeta si diverte,
pazzamente,
smisuratamente.

Non lo state a insolentire,
lasciatelo divertire

poveretto,
queste piccole corbellerie
sono il suo diletto.

Cucù rurù,
rurù cucù,
cuccuccurucù!

Cosa sono queste indecenze?
Queste strofe bisbetiche?

Licenze, licenze,
licenze poetiche,
Sono la mia passione.

Farafarafarafa,
Tarataratarata,

Paraparaparapa,
Laralaralarala!

Sapete cosa sono?
Sono robe avanzate,
non sono grullerie,
sono la... spazzatura
delle altre poesie,


Bubububu,
fufufufu,
Friù!
Friù!


Se d’un qualunque nesso
son prive,

perché le scrive
quel fesso?

Bilobilobiobilobilo

blum!
Filofilofilofilofilo
flum!
Bilolù. Filolù,
U.

Non è vero che non voglion dire,
vogliono dire qualcosa.
Voglion dire...
come quando uno si mette a cantare
senza saper le parole.

Una cosa molto volgare.
Ebbene, così mi piace di fare.

Aaaaa!
Eeeee!
liii!
Qoooo!
Uuuuu!
A! E! I! O! U!
Ma giovinotto,
diteci un poco una cosa,

non è la vostra una posa,
di voler con cosi poco
tenere alimentato
un sì gran foco?

Huisc... Huiusc...
Huisciu... sciu sciu,

Sciukoku... Koku koku,
Sciu
ko
ku.

Come si deve fare a capire?
Avete delle belle pretese,
sembra ormai che scriviate
in giapponese,

Abi, alì, alarì.
Riririri!
Ri.

Lasciate pure che si sbizzarrisca,
anzi, è bene che non lo finisca,

il divertimento gli costerà caro:
gli daranno del somaro.

Labala
falala
falala

eppoi lala...
e lala, lalalalala lalala.

Certo è un azzardo un po’ forte
scrivere delle cose così,
che ci son professori, oggidì,
a tutte le porte.

Ahahahahahahah!
Ahahahahahahah!

Ahahahahahahah!

Infine,
io ho pienamente ragione,
i tempi sono cambiati,
gli uomini non domandano più nulla
dai poeti:

e lasciatemi divertire!

Ecco, mi sento molto meglio! In effetti, un testo poetico può avere utilizzi pratici diversi da quelli tradizionali... È possibile curarsi con la poesia! Lo ha dimostrato "l'Università del Progetto", qualche anno fa: alcuni testi poetici possono avere effetti terapeutici. A questo scopo sono state messe in vendita delle "confezioni" (scatole, come quelle dei medicinali!)... il nome del prodotto è il titolo della poesia, vengono poi indicati la composizione (quante strofe e che tipo di versi), le indicazioni terapeutiche, dosi e modalità di impiego, controindicazioni e avvertenze. Fra i titoli ricordo Il bove (carducciano rimedio emetico, ripetuta ossessione scolastica...) e La quiete dopo la tempesta (ansiolitico, da declamare ad alta voce prima dei pasti principali!).

Ecco perché io ogni tanto ho bisogno di Palazzeschi! Poi, per tacitare eventuali dubbi sul corretto apporto proteico...


INSALATA TIEPIDA DI ORZO CON FUNGHI E LENTICCHIE

INGREDIENTI:
mezzo bicchiere di orzo piacentino
due funghi shiitake
una manciata di porcini
un piccolo scalogno
dado vegetale in polvere (o simile, comunque senza grassi aggiunti)
qualche centimetro di alga kombu (NB: la mia tiroide è a posto!)
due bicchieri di acqua
la punta di un cucchiano di miso d'orzo (opzionale)
prezzemolo
olio extravergine d'oliva
PREPARAZIONE: mettere in ammollo i funghi in mezzo bicchiere di acqua con la kombu (almeno mezz'ora). Lavare accuratamente l'orzo, affettare lo scalogno e il prezzemolo. Far rosolare alcuni istanti lo scalogno in olio caldo, aggiungere i funghi e la kombu tagliati a listarelle (la kombu può essere lasciata intera e tolta a fine cottura), aggiungere il dado e mescolare, aggiungere l'acqa di ammollo dei funghi e lasciar cuocere a fuoco basso per cinque minuti. Aggiungere l'orzo e il bicchiere e mezzo di acqua rimasto. Cuocere a fuoco basso fino a cottura ultimata (circa trenta minuti). Aggiungere il prezzemolo e il miso stemperato in un cucchiaio di acqua. Spegnere e mantecare aggiungendo poco olio (se avete avuto il braccino corto all'inizio). Lasciar intiepidire...

24 commenti:

stelladisale ha detto...

ciao claud :-)
non sai come ti capisco, la gente parla per luoghi comuni, meno sa e più vuole insegnare...

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Claud tesoro hai perfettamente ragione e te lo dice una che è sempre stata al banco ad imparare e mai si stancherà di farlo.
Buonissima la ricetta! :-P me la copio subitissimo!
Bacione :-D
silvia

dario ha detto...

oh claud!!!! mi sono sparato tutto il "palazzeschi"..... eheheh
interessante la cura "poetica" che hai citato....... hai per caso sottomano qualche buona poesia per il sottoscritto, per liberarlo dalla sua insana dipendenza???
cmq ... per quanto riguarda le persone che hanno sempre da dire sulla tua scelta di vita.... come dire? ..."non ti curar di loro ma guarda e passa".... della serie... anche se ti sei proprio rotta di sentir dire certe cose.... (che continuerai sempre a sentire..purtroppo)...continua per la tua strada....e magari cerca di evitare di incrociare la loro!!!
buona domenicaaaaaa!!!!

Claud ha detto...

@stelladisale: ciao stella! Guarda, mi è già passata sai, sono una dalle furie fugaci; in fin dei conti siamo in un paese libero...

@magnolia: ciao Silvia! Allora come procede la processione dei matrimoni estivi?! Scommetto che hai le scintille ai piedi ormai!!

@dario: ma dai che sei il primo a scherzarci su... non ha nulla di insano la tua dipendenza, per cui non ti prescriverei cure... piuttosto passami una fetta di torte, va... (ricca di proteine, no?!)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Post a sfondo poetico-terapeutico! Sottoscrivo la poesia fa bene!!!! Anche la ricettina è da provare:slurp! A presto!

berso ha detto...

lenticchie for ever!!!!
buona settimana

ciciuzza ha detto...

:D e che mi dici allora di.. « Qui comincia l'avventura del Signor Bonaventura... » quei fumetti in rima di Sto sono ancora una delle cose che mi fa più ridere!

:D quando ero totalmente vegetariana rispondevo molto semplicemente alle persone che mi "rompevano" che l'apporto proteico al limite poi, sarebbe mancato a me.. non a loro e non credo nemmeno avrei alzato la spesa della sanità pubblica visto che tendo spesso a curarmi con medicina alternativa ;)

comunque c'è un altro atteggiamento che noto essere frequente oltre al "e l'apporto proteico?" l'irascibilità ingiustificata verso le persone vegetariane. l'ho subita spesso con discussioni interminabili senza capo ne coda :S

Comunque grazie di essere passata! Ci sono, sto (abbastanza) bene ma sono incasinatissima con il lavoro!! ho una scadenza importanteil 29 luglio e fino ad allora ci saro e non ci sarò ahimé.
un bacione Claudette!!!

Arame ha detto...

Tutte le forme d'arte sono terapeutiche, ma fanno poco contro l'arroganza ;)

Il terrorismo sulle proteine è davvero poco fondato in una società dove la maggior parte dei mali è causato da un sovrabbondanza di queste. Ormai non se ne preoccupano nemmeno più i medici. Se la tua alimentazioni è equilibrata non corri rischi, anzi rischi di stare solo meglio ;)

Saretta ha detto...

Condivido appieno il punto di vista(ma va?);)
E l'insalata è bellissima e buonissima e la tua creatività lingustica TOP!
Bacioni
saretta ;)

Saretta ha detto...

Condivido appieno il punto di vista(ma va?);)
E l'insalata è bellissima e buonissima e la tua creatività lingustica TOP!
Bacioni
saretta ;)

Anicestellato... ha detto...

La cura poetica la utilizzo anche io, è devo dire che funziona alla grande, riguardo ai giudizi altrui......se sei fermamente convinta delle tue scelte ascolta, giusto come gesto di educazione, e vai avanti per la tua strada.
;-) un abbraccione

Morrigan ha detto...

Cara Claud, mi è capitato spesso di sentire concioni non richieste sulle magiche proprietà delle proteine carnee e sulla demenza praecox dei vegetariani che non le mangiano e non si alimentano a sufficienza: ma quando mai ho richiesto un tuo parere, o saccente dietologo con la panza e i trigliceridi a mille!
Vabbè, un pò ci si fa il callo, un pò ti si squagliano i maroni.
Che volemo fa'? O___o
Sulla cura poetica ancor non mi pronunzio! ^___^
Miao

parolediburro ha detto...

Hai perfettamente ragione,io penso sempre "Vivi e lascia vivere".
Fantastica ricetta,come sempre!:-)

NADIA ha detto...

Rispetto, umiltà e soprattutto voglia di ascoltare gli altri...sono queste le cose che mancano di più di questi tempi, secondo mio modestissimo parere, s'intende!
Cara claud, ogni volta che passo di qui rimango colpita da qualcosa(oltre alle tue squisite ricette) e oggi sono felice di scoprire in te una persona ricca di belle qualità e soprattutto di buon senso (che di questi tempi...)
Brava, mi compiaccio, ti linko e ti mando un saluto!
Nadia - Alte Forchette -

unika ha detto...

sono tornata...un bacio
Annamaria

Gunther K.Fuchs ha detto...

inanzittutto complimenti per questa insalata. Oggi tutta la letteratura medico scientifica chiede di mangiare meno carne e più frutta, verdura, legumi e cereali, quindi considerati un antisignana. tu con il tuo esempio sei utile a farci capire di come si possa nutrirci con sapore e soddisfazione molto bene

yari ha detto...

Purtroppo alcuni (per fortuna non molti) parlano giusto perché hanno la lingua...

Lo ha detto...

Cara Claud....secondo me non va bene il tuo apporto proteico e nemmeno quello vitaminico e poi vuoi mettere???? Ora dimmi cosa possono fare i contadini se non vendono la carne? ti rendi conto?? e tu manco il latte mi prendi...è crisi, cara Claud è crisi e tu sai bene che per giocare con il tuo apporto proteico...la causa della crisi sei te....sesesese....una vegetariana quasi vegana...e poi dicono di me....che compro bio...tzè!!!!! Non ci sono più le mezze stagioni e sicuramente dipende dalla tua ossimeria (si dice così?)....prrrrrrrrrrrr....un baciotto!
p.s. la ricettina è fantastica e io ti voglio bene assaiiiiiiiiii a avrei bisogno di un tuo abbraccio

Claud ha detto...

Anzitutto scusatemi tutti! Mi sono accorta rileggendo il post a distanza di qualche giorno che, forse, stigmatizzando il farloccamento di uno ho finito col salire io in cattedra. Mi era sfuggita la svolta pesantemente autoreferenziale del post!
Il fatto è che mi arrabbio perché mi accorgo (era questo il caso) che, spesso, è proprio chi ci vuole bene a volerci diversi da come siamo (e magari più simili a sé?!)...

@twostella: sì, la poesia, come molte cose non semplici o immediate, ha il pregio di stemperare anche la malinconia (basta che non sia La cavalla storna del buon Pascoli....)

@berso: sìsì, hanno molte meno pretese di ammollo degli altri cereali!

@ciciuzza: e la Pimpa!? e la Steffi (o come si chiamava?!) - Periodo intenso?! ti lascio lavorare, allora, ma... però non resisto, ogni tanto devo venire a vedere se ci sei!!

@arame: diciamo che l'arte ha il potere di farmi sognare... ed è tutto quello che chiedo, quando incombe l'affanno (di qualsiasi tipo/genere e grado!)

@saretta: quando ricevo complimenti sulla mia creatività linguistica cresco di alcuni centimetri... sono immune a quasi tutte le forme di lusinga, ma la vanità regna sovrana nella parte del mio cervello deputato alle funzioni linguistiche...!

@anicestellato: grazie mille, condivido completamente il tuo punto di vista!

@morrigan: non ci giri mica intorno tu, eh?! In effetti ai miei ma***** succede spesso di vorticare; per fortuna non sono ancora centrifugati abbastanza!

@parolediburro: grazie, davvero! Sì, lo avevo un po' dimenticato l'orzo, poi Arame me lo ha ricordato con un recente post! E dire che mi piace la consistenza croccante dell'orzo...

@nadia: lo sai che finirò per abituarmi male con te?! Oltre alla carota con me devi usare anche il bastone: mi aspetto molto dalle tue "critiche"!!

@unika: è sempre un piacere vedere con quanta forza e ottimismo affronti le difficoltà... parlo di quelle di cucina, ovviamente!
;)

@gunther: credimi, non posso davvero essere d'esempio, io!! Sono una vera pattumiera... ma sul rapporto salute/cibo hai ragione da vendere... siamo quello che mangiamo...

@yari: e se non fosse che sono contro la violenza senza anestesia, la taglierei a più di mezza persona! Ma solo nei miei sogni!!

@lo: sesese...?! Dici eh?! sesese: bene! Una volta tanto, quindi ho influito sull'economia mondiale... Uh, che sensi di colpa: ho bisogno io di un tuo abbraccio, ora!

unika ha detto...

Claudia....cicci è un grande...ed io che gia lo sapevo in questo momento ne ho la conferma sempre più netta:-) collabora in tutto e per tutto e mi fa stare bene con me stessa.....se mi vedessi in questo momento avresti un attimo di.....invece lui mi carica da morire:-) ho rasato completamente la testa e ti puoi immaginare quando mi incontro nello specchio....lui tranquillo tranquillo mi ha detto che sto benissimo e poi...quando nasciamo noi siamo cosi...e poi ho una bella testa senza biturzolini:-) insomma...mi fa stare benissimo:-) un baciotto
Annamaria

NADIA ha detto...

Eh, eh, don't worry! So essere spietata... :D
Nadia - Alte Forchette -

Kevin ha detto...

I have been looking for barley recipes and a barley and mushroom salad sounds really good. I like the use of miso and konbu.

Claud ha detto...

@kevin: Hi! I'm very happy to read your comment... I really appreciate your way to approach food and ingredients, so I'm proud of me if you liked my salad!

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny