sabato 14 giugno 2008

Futomaki al farro (l'arte del riciclo, del falso e dell'arrampicarsi sugli specchi...)

Giovedì sera, per la prima volta in vita mia, ho mangiato cibo giapponese "vero". Così mi sono ricordata di un esperimento (ne ho altri, documentati, ma accantonati... tipo il tofu autoprodotto... coming soon!) di qualche tempo fa, che non avevo mai voglia di postare...
Da tempo possiedo un sacchetto di farina di ceci. L'ho comprata per fare la farinata o magari le panelle... forse anche la cecina... Due mesi fa ci ho provato per la prima volta, sperando di ottenere un qualcosa di commestibile anche solo lontanamente simile a una qualsiasi delle tradizionali ricette che usano questo ingrediente...mi sarei accontentata di riuscire a mettere inseme delle frittelle di ceci. Ho seguito le istruzioni contenute nella ricetta di una nota cavoletta di Bruxelles... ma non ho uno stampo adatto! Me ne sono resa conto la sera del venerdì raccontando alla mia amica Marina i miei programmi per la mattina successiva: le mie vengono buone, mi ha improvvisamente detto, perché ho la teglia giusta. E che teglia ci vorrà mai?! Eh, una seria di rame, mica una delle tue di teflon leggere come la carta da forno... Mi sono lasciata spaventare... e ho cotto la mia non-farinata in padella... come fossero crêpes sottilissime e a quel punto ho stravolto i miei piani per il pranzo di quel sabato... Futomaki di farro!
Il fatto è che avevo del farro spezzato cotto in frigorifero e alcuni nuovi acquisti giapponesizzanti in attesa di essere testati.


Ingredienti per otto futomaki farlocchi
... due fogli di alga nori
... una tazza di farro spezzato precotto (ma io lo rifarei anche con altri cereali!!)
... crêpes di farina di ceci (chi può userà frittata!) ridotta a tagliatelle
... una carota a bastoncini
... pochi germogli di soia
... uno spicchio di Tropea
... mirin (una sorta di vino dolce fermentato, a base di riso mochigome al vapore)
... salsa di soia
... acidulato di riso
... rosmarino fresco
Procedimento: marinare i bastoncini di carote, i germogli e lo spicchio di cipolla con acidulato di riso, un poco di soia e il rosmarino tritato fine. Nel frattempo mettere un po' di mirin nel farro e mescolare. Mettere un foglio di nori su di un tagliere (sul quale ho messo un foglio di cellophane per poi poter arrotolare l'alga più agevolmente), inumidirsi le dita e stendere uniformemente il farro, pressando bene (non è compatto come il riso!), disporre al centro, per tutta la lunghezza da destra a sinistra, un fila o due di bastoncini di carota, fettine di cipolla e tagliatelle di farinata. Chiudere il tutto arrotolando su se stesso con l'aiuto del cellophane, stringendo il più possibile. Non sono proprio riuscita a dargli una forma cilindrica!! Ripetere con il secondo foglio di nori. Tagliare a metà ciascun rotolo e ciascuna metà a metà. I germogli di soia sono finiti nel piatto con le poche carote rimaste (le ho mangiate mentre impiattavo!) come decorazione commestibile. Su ciascun futomaki ho poi versato poche gocce di salsa di soia (e per colpa sua il farro si è un po' slegato).

Perché mi arrampico?
  1. non avevo il wasabi
  2. non sarò mai in grado di finire la farina di ceci prima che scada (anche se mi hanno suggerito di usarla al posto dell'uovo per impanare le cotolette... avete altre idee?!)
  3. mancavano anche gli insalatini di daikon o zenzero o cetriolo...
  4. per questo mi autodenuncio come baro, da qui l'appellativo fake (falso... farlocco!!)
Però...










... che buoni!! Viva i farlocchi.

18 commenti:

lottery raffle ha detto...

To the author of this blog,I appreciate your effort in this topic.

pcso lotto result ha detto...

It could give you more facts.

Lo ha detto...

ma che belli questi cestini giapponesi...non ho una mazza degli ingredienti che hai segnato tu...ma farlocchi per farlocchi..posso pensare a delle sostituzioni fatte ad arte....
Per la farina di ceci fai la farinata e fregatene della tua amica che bleffa!!! Io faccio e conosco gente che fa la farinata da sempre in teglie normali e viene benissimo! Usa una teglia bassa adatta alla quantità che prepari...non deve superare 1 cm di altezza...il trucco per farla venire strepitosa è il riposo: prepara l'intruglio e lascialo fermo per un minimo di 3 ore a tutta la notte...poi mi sai dire! Comunque in questi giorni in rete ho visto dei pani bellissimi con la farina di ceci (ed es da stella di sale)....oppure potresti fare delle POLPETTE? ;)

Claud ha detto...

òlotto1&2: quasi quasi ripristino la parola d'ordine...


@lo: boh, altri hanno insistito per via della teglia... però potrei provare (male che vada butto...). Polpette, dici?! Mmmm, che idea...!

ciciuzza ha detto...

perché non fai le panelle palermitane!
http://www.vegan3000.info/Ricetta.asp?Cod=658

oppure questa ricetta del cavoletto sembra ottima :P

http://www.cavolettodibruxelles.it/2006/10/terrina-di-farina-di-ceci-al-curry

scusa se faccio la screanzata ma non so come mettere i link sui messaggi hai post...

:) ottima versione dei futomaki anche se si parla di cucina giapponese difficilmente riesco a staccarmi dall'originale.

dario ha detto...

ohhhhh Claud!!!! come vorrei farloccare bene come te!!!!!

ps: per la farinata ha ragione Lo!!! (oddioooo le sto dando ragione......)

buon fine settimana!!!!!!

Lady Harrison ha detto...

buono buono buono buono!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Carmine Volpe ha detto...

ho anche io lo stesso problema con la farina di ceci faccio dei cuculli, unico modo per liberarmene prima delle farfalline praticamente delle pasta fritta: INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1/2 Kg. di di farina di ceci
1 noce di lievito di birra
sale, e olio d'oliva.
Stemperare bene la farina di ceci in acqua, in modo da ottenere una pasta abbastanza liquida. Ottenuta questa pasta, aggiungete il lievito di birra e poi lasciatela
lievitare per una giornata.
Dopo la lieviatura si aggiunge un pizzico di sale, si mescola per bene e si mettono a friggere cucchiaiate di pasta nell'olio bollente. Quando le frittelle avranno prese bene il colore dorato si tireranno su con un mestolo bucato e si faranno bene
sgocciolare. Servirle calde avendo cura, però, di passare prima in carta straccia perchè venga sia eliminato tutto l'unto superfluo.

Claud ha detto...

@cicciuzza: hai ragione (avete tutti ragione), ma mi piace fare le cose avendo un minimo di certezza del risultato... io non sono mai stata brava in cucina, voglio il massimo con il minimo dell'impegno! Però se non provo...

@dario: grazie dario! (Oh, davvero dai ragione a quella gallina?!). sono determinata ora: non lascerò la farina di ceci alle farfalline!

@lady harrison: lieta lieta lieta!!


@carmine volpe: eureka! Questo è il tipo di ricetta che mi ci vuole... La faccio!! Grazie mille!

twostella ha detto...

Ma che carini, evviva la creatività bisogna sperimentare! Non uso la farina di ceci, non posso esserti utile. A presto!

zazie ha detto...

Bellissimi, ma io sulla cucina giapponese sono un po' "tradizionalista"... pero' se mi inviti a cena posso cambiare idea ;-))

Claud ha detto...

@twostella: (chi non conosce intenta... o inventa, sai come si dice, no!?) ah, creativa per me è un gran complimento!!


@zazie: ma zazie... io sono stata onesta: ho dichiarato subito che si tratta di un falso!
;)
Non immagini nemmeno quanto mi piacerebbe conoscere un quarantesimo di quello che sai tu (compresa la lingua: esistono corsi per super principianti?).
Considerati invitata (tanto sei così lontana che me la cavo con un invito virtuale, sei l'ospite ideale, mai cara!)

NIGHTFAIRY ha detto...

Farlocchi o no..sono uno spettacolo!!!COmplimenti :)

Sara ha detto...

Bellissimi!! complimenti!!! fanno una bellissima figura!!!!!!!! buon lunedi!! un bacionissimo!

Serendipity ha detto...

Io dico che sei stata bravissima!!!
Questi rotolini hanno un loro perchè!
Per quanto riguarda la farina di ceci, puoi farci una pastella con acqua e spezie e poi friggerci delle verdure (cimette di broccoletti, cavolfiore, zucchine, patate, peperoni...)...i famosi Pakora! A me piacciono tanto!

unika ha detto...

ma che belli...mai mangiati ma mi hai fatto venire voglia:-)
Annamaria

Lo ha detto...

Claud tu devi fare questa benedetta farinata e uscire dal tunnel!

Claud ha detto...

@serendipity: sei gentilissima!! E grazie del consiglio per i Pakora... che non conoscevo (sono fritti, quindi mi piacciono sicuramente!)

@unika: i carnivori potrebbero saltare l'alga e avvolgere con del prosciutto crudo o cotto... se si inventa, meglio sparare alto!!

@lo: hai ragione, ma intanto ho trovato... i cucculli, i pakora, i panini lievitati e forse un dolce... finisce che non mi basta il sacchetto!!
;)