martedì 13 maggio 2008

Lenticchie stufate con broccoli e amaranto (se c'azzecchi è uno schianto...)

Il titolo del post fa schifo. Diciamo che è una dichiarazione di solidarietà a Lo, che per colpa di un mio consiglio ha dovuto minestrare le polpette. Conosco la strada per Canossa (prendine visione, oh amato lettore forestiero, si tratta pur sempre di un simpatico aneddoto sul buon utilizzo dei resti della combustione lignea che la storia ci insegna) e mi ci incammino a capo chino, lasciandovi tracce del mio amaranto di domenica scorsa...



Ingredienti
...per cuocere l'amaranto:
1/2 bicchiere di amaranto lavato due volte
1 bicchiere di acqua
poco sale
foglie di salvia e aglio tritati e rosolati in olio extravergine di oliva per la guarnizione dell'amaranto impiattato
(Cuocere per trenta minuti, non mescolare mai, lasciar riposare dieci minuti a pentola coperta per permettere ai chicchi di gonfiarsi)
...per i broccoli:
le cime di un piccolo broccolo cotte a vapore
(appunto, a vapore, come al solito!)
...per le lenticchie:
quattro cucchiai di lenticchie (ammollate con due centimetri di alga kombu)
mezza carota piccola
uno spicchio di aglio
un'idea di sedano
pochissimo dado in polvere (il mio è teteszco)
(cuocere le lenticchie per trenta minuti. tritare nel mixer una parte di lenticchie e le verdure insieme alle quali sono state stufate - aglio nooo!)

Impiattare e cospargere il tutto con condimento ayurvedico (il solito) o con peperoncino e semi di girasole sbriciolati. Scomporre il piatto e mangiare!

10 commenti:

mattop ha detto...

Vieni sul mio sito e rispondi all'appello! Niente scuse!

Claud ha detto...

@mattop: obbedisco! (Mi devo preoccupare?)

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Claud ma è un piattino delizioso questo! Altro che titolo incasinato ..qui di incasinato in questo momento c'è il mio stomaco che brontola a dismisura! :-D
Grazie perchè sei proprio creativa e mi dai idee nuove!
Un bacio e grazie di esserci sempre!
un bacio stra grande
Silvia

lytah ha detto...

Claud ciaooooooooo :D
Io trovo che questo piatto sia più che uno schianto ;) è bellissimo :)
Mille grazieper essere passata dal mio blog... è davvero un piacere conoscerti!
A presto, taty

Claud ha detto...

@magnolia: lei mi lusinga... facci pure! Quanto all'esserci sempre... da lunedì riprendo il lavoro (sono a casa per trauma successivo a tamponamento)...

@lytah: modestamente mi intendo di schianti (nda... recente temponamento); grazie a te di aver ricambiato la visita!

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Ok, lo so, sono una gnorant' ma non ho idea di cosa sia l'amaranto. Cmq il piatto ha uno splendido aspetto, deve essere gustosissimo :)

Lo ha detto...

wow il tuo amaranto è molto più amarantoso del mio!!! ma poi che scusa e scusa...la causa sta nel fatto che io ho scelto un metodo empirico per la misurazione dell'acqua...e l'amaranto non sapeva che volevo fare di lui una ball!!!! Comunque mi piace tantissimo...e le polpette le devo fare....una certa Ely...mi ha sfidato??? capisci???? un duello a suon di polpette :|

dario ha detto...

mmmm..deve essere buonissimo!!!!!
tra tu e la Lo mi state facendo venire un voglia di amaranto!!!!!
(ps. io utilizzerò un metodo meno empirico della Lo per persare..eheheh : capito Loooooo????)

Claud ha detto...

@camalyca: la tua non-conoscenza è giustificata, sai?! Se cerchi in rete trovi ben poche ricette (e io un po' copio e un po' invento), quindi è normale... non credo sia molto diffuso l'uso dell'amaranto... ad eccezione della sua accezione come colore!

@Lo: sì, ok sottoscriviamo il trattato di non belligeranza, ma guarda che un po' gelatinoso rimarrà cmq... sciacqualo mmmmolto bene!

@dario: ehi, ciao! Che onore... il papà della focaccia della Lo che mi fa visita!! Benvenuto!

Lo ha detto...

uhhhh ecco forse non l'ho nemmeno sciacquato uhhhhhhhhhhhhhhhhhhh